Perché Braccialetti Rossi è un successo

braccialetti rossi 3

Una delle serie televisive italiane più famose degli tempi è sicuramente Braccialetti Rossi, che tra poco andrà in onda nella sua terza stagione.

Watanka!” è il motto con cui un gruppo di amici, conosciuti all’interno dell’ospedale di Fasano, si saluta in ogni evenienza.

Il tema della serie televisiva “Braccialetti Rossi 3” è toccante, riuscendo a coinvolgere adulti e bambini allo stesso tempo. Se la prima stagione è stato un grande successo, non è nulla in confronto ai 6,5 milioni di telespettatori ed uno share del 24,1% della seconda stagione. A pensare che tra poco andrà in onda la terza stagione, che stando ai pronostici farà registrare dei record da capogiro.

Ma qual’è il vero successo della serie dei Braccialetti Rossi?

Il tema? Non solo. Secondo noi nella ‘formula magica‘ del successo rientrano sicuramente i social network e gli attori. Se gli argomenti importanti colpiscono il cuore dei telespettatori adulti, i social network e gli attori riescono a coinvolgere i più piccoli. Nel cast compaiono bambini ed adolescenti, che nel giro di qualche anno diventano dei punti di riferimento per la fascia d’età compresa dai 5 ai 13 anni.

Magari bastava seguire semplicemente l’onda del successo. Braccialetti Rossi 3 (e le serie precedenti) non sono una serie televisiva completamente made in Italy.

È la versione italiana di una fiction catalana tratta dal romanzo di Espinosa, uno scrittore spagnolo che è riuscito a sconfiggere una bruttissima malattia dopo una battaglia durata dieci anni. Ovviamente non siamo qui per gettare fango sulla fiction, girata in maniera eccellente.

I ragazzi che fanno parte del cast sono coraggiosi, ma non più di tanto: ed ecco che la pozione magica che riesce a colpire l’emotività dello spettatore funziona alla grande.

In precedenza avevamo accennato qualcosa in merito ai social network. Oltre alla pubblicità mandata in onda in televisione e oltre al perfetto giorno della messa in onda (Domenica), i social sono stati usati perfettamente per tramandare un solo grido: Watanka!

Hanno definito il fenomeno come “Second screen” ovvero che la condivisione sui social era divenuta un fenomeno incontrollabile, sfornando migliaia di commenti, mi piace e condivisioni su ogni genere di social network.

Concludendo, il vero motivo del successo di Braccialetti Rossi 3 è uno solo: gli attori sono riusciti ad entrare nel cuore di ogni telespettatore.

I momenti di suspence che si mischiano con dei baci inaspettati e delle relazioni sentimentali da brividi: tutti hanno chiuso gli occhi e hanno immaginato di rivivere i momenti dei protagonisti della fortunosa serie televisiva italiana.

Have your say