Perché comprare piante a radice nuda conviene

piante radice-nuda

Le piante a radice nuda sono un’alternativa decisamente conveniente ed economica alle piante in zolla, ma di che tipologia di piante stiamo parlando? La pianta a radice nuda è una pianta che è stata estratta dal terreno in cui è stata coltivata e alla quale sono state ripulite le radici. Dopo quest’operazione, le radici vengono protette con un involucro. Perché si fa quest’operazione? In realtà i vantaggi sono diversi, prima di tutto il fatto che la pianta, specialmente se si tratta di un albero di grandi dimensioni, è più manegevole e leggera, e questo è importante se la pianta deve essere spedita.

Piante a radice nuda, quali sono i vantaggi

Se il minor peso e la miglior maneggiabilità della pianta sono un grande vantaggio per chi deve commercializzare le piante per corrispondenza, anche le garanzie di attecchimento costituiscono un grande vantaggio. Infatti, liberare le radici dal terreno, mettendole appunto a nudo, per la pianta è una sorta di incentivo a una nuova e rapida radicazione in quella che sarà la sua nuova dimora.

piante radice-nudaLa pianta, infatti, forma il suo nuovo apparato radicale direttamente nel nuovo terreno d’impianto, l’importante è preservare accuratamente le radici di alberi in vendita. Un altro ulteriore vantaggio è che la varietà di piante a radici nude consente una più ampia scelta rispetto, per esempio, ai rosai o comunque ad altre piante coltivate in vaso. Le piante a radice nuda, e anche questo è un vantaggio non trascurabile, hanno un costo minore rispetto alle piante in vaso. 

Infine, dato che devono essere messe a dimora in un particolare periodo dell’anno, ovvero quando si trovano a riposo vegetativo, non hanno bisogno di particolari cure e annaffiature, dato che il terreno è già umido. A tale proposito però va menzionato quello che può essere uno svantaggio, cioè che il loro impianto si può effettuare solamente in autunno.

Come devono essere trattate le piante con le radici nude

L’importante, con le piante a radici nude, è agire per tempo, quindi quando sta arrivando l’autunno. Questo onde evitare la disidratazione delle radici, ma anche per evitare le gelate. Il terreno che dovrà accogliere la pianta dovrà essere ben lavorato. Prima di mettere a dimora la pianta, l’apparato radicale dovrà essere reidratato e dovranno essere accuratamente ispezionate le radici per verificare che non ve ne siano di danneggiate, nel caso vi siano vanno rimosse.

Una volta che l’apparato radicale sarà ben reidratato, la pianta andrà collocata nella sua buca. Il drenaggio dovrà esere particolarmente curato, in modo da evitare che le radici marciscano e la comparsa di malattie causate da funghi. Quando si accorciano le radici bisogna sempre tenere presente che il loro volume deve essere proporzionale alla chioma.

 

Have your say