Compressori medici, in che ambito si usano?

ozonoterapia

I compressori medici, o compressore medicale, sono dei dispositivi che erogano aria compressa a uso medicale, e che quindi regolamentata dalla severissima normativa Farmaco Europea, secondo la quale tali impianti per la produzione di aria compressa devono soddisfare diversi parametri appunto a norma di legge. Ma se più o meno tutti conosciamo un compressore, nel campo medico sono pochi, giusto gli addetti ai lavori, a sapere a cosa servono.

Compressori medici, cose da dentista

Il primo ambito di applicazione di questo dispositivo che può venire in mente è quello dentistico. Molti hanno sicuramente notato che diversi strumenti del dentista hanno un funzionamento ad aria compressa, quindi è più facile rendersi conto come venga utilizzato un compressore medicale in questi studi. In genere il modello più utilizzato negli studi dentistici è il compressore a pistoni, i migliori hanno un’innovativa tecnologia a pistoni contrapposti che consente  di funzionare anche a basse temperature.

Il compressore a pistoni con tecnologia Axxer permette inoltre di dimezzare la manutenzione e di avere un’efficienza del 20% superiore a quella di altri compressori che non hanno questo tipo di tecnologia. Tra le altre caratteristiche importanti vi è una ridotta emissione acustica, cosa fondamentale per l’utilizzo in uno studio medico.

Altri utilizzi del compressore medicale

compressoreChiaramente quello dello studio dentistico è solamente uno degli ambiti medici in cui si ritrova questo dispositivo che però ha ben altri campi di applicazione. L’aria compressa a uso medicale viene utilizzata praticamente ovunque negli ospedali, basti pensare ai letti, quelli che si sollevano e si abbassano di ultima generazione, o anche nelle sale operatorie, dove tutto deve essere assolutamente a norma in primis per la sicurezza del paziente, ma anche per la sicurezza di chi vi lavora.

Molti strumenti chirurgici funzionano ad aria compressa, da quelli per praticare fori, a quelli per siringare o sezionare. Ovviamente questo ci fa subito pensare a un’applicazione in campo ortopedico e di chirurgia generale. L’attrezzatura medicale ha necessità di essere sottoposta costantemente a ispezione, deve essere sterilizzata e asciugata. L’aria compressa a uso medicale è fondamentale anche per la respirazione artificiale, ma anche per dei trattamenti anestetici.

Sicuri e controllati

Dal punto di vista medicale l’aria erogata dai compressori deve essere pura al 1o0%, per cui ha necessità di essere filtrata in modo efficiente e sicuro. Un impianto di aria compressa a uso medicale, però, deve anche avere dei costi ottimizzati, dall’installazione al funzionamento, sfruttando al meglio tutte le tecnologie attuali che permettono di assicurare un’elevata efficienza, in modo affidabile, e con un buon risparmio energetico.

Have your say