Antivibranti in gomma, a cosa servono?

antivibranti

In certi ambiti le vibrazioni prodotte da un corpo in movimento possono portare al rapido deterioramento delle parti meccaniche di una macchina o di un dispositivo, a prescindere da quale sia il suo ambito di utilizzo. Basti pensare all’auto. Se questa ha un vetro filato, le vibrazioni prodotte dal suo movimento rischiano di far partire la filatura con la conseguente rottura del vetro. Allo stesso modo vi sono degli ingranaggi che fanno parte di determinati macchinari che a causa del loro movimento sarebbero sottoposti a forte sollecitazione, causando quindi la rottura di qualche elemento in tempi più o meno brevi. Per allungare tali tempi di durata si utilizzano degli antivibranti in gomma, ma cosa sono e dove vengono utilizzati?

Antivibranti in gomma, perché sono indispensabili

Se si pensa alle lavorazioni in ambito industriale, inquadrare le vibrazioni, rapportate ovviamente a tale ambito, è più semplice. Cosa sono quindi le vibrazioni? Sono, in questo caso, onde dannose. Sono prodotte dal moto rotatorio di organi meccanici, motori, colpi di presse, quindi da movimenti creati appositamente per lavoro delle macchine. Ma perché dannose? Perché come abbiamo visto in generale, possono portare alla produzione di un fenomeno: l’usura. L’usura non è dovuta solamente alle vibrazioni, ma ne viene fortemente sollecitata da queste.

Un corpo che vibra può, per strofinamento, o per percussione, arrivare a deteriorarsi e rompersi nel tempo. Poniamo un albero di un meccanismo che magari ha un lieve gioco nel suo foro. Alla lunga a causa delle vibrazioni può arrivare anche a spezzarsi o ad ampliare il suo gioco fino al risultato che l’ingranaggio non funziona più come dovrebbe. Se vi fossero stati degli antivibranti gomma, il meccanismo, in questo caso l’albero, sarebbe durato di più.

Tipologie di antivibrante

antivibranti1Ci sono diverse tipologie di antivibrante e bisogna, chiaramente, scegliere quello più adatto alle necessità del macchinario. Se si utilizza l’antivibrante giusto si riesce non solo a preservare dalle vibrazioni dannose il meccanismo sottoposto a sollecitazione, ma anche un fastidioso rumore che viene notevolmente attutito.

L’antivibrante può essere collocato sotto la sorgente di vibrazione in modo che se ne inibisca la trasmissione all’ambiente circostante. Un’altra tipologia di antivibrante è quella che viene utilizzata come piattaforma o basamento per quelle strutture che sono sensibili elle vibrazioni oppure che sono utilizzate per misurazioni e test e dunque hanno necessità di essere isolate per garantire la massima attendibilità dei risultati.

Gomme utilizzate

Solitamente per realizzare questa tipologia di antivibranti viene utilizzata una gomma industriale partendo da una materia prima naturale o sintetica, con un certo tipo di durezza. Ovviamente se si necessita di caratteristiche particolari, si possono ottenere delle mescole diverse. Anche le forme sono sia standard che personalizzabili.

 

Have your say