Tipi di legno per i mobili: costruire un mobile con il legno giusto

tipi di legno
Quando si è alle prese con la realizzazione di un mobile in legno è importante scegliere con cura la tipologia di legno da utilizzare poiché la funzionalità del mobile sarà restituita dal legno scelto.
Prima di tutto è necessario operare una distinzione in base al peso specifico di ciascun tipo di legno, dopo di ciò è possibile distinguere tra legni dolci e legni duri.
I primi hanno un peso inferiore ma ciò non significa che siano più semplici da lavorare poiché richiedono ugualmente un lavoro dispendioso; essi sono: il pino, l’abete e il pioppo.
I legni duri invece sono più semplici da intagliare e lavorare e rientrano in questa categoria: il noce, il faggio e il teak.
Nella famiglia dei legni duri si distinguono: il frassino, il rovere, e il castagno.
Il frassino viene generalmente impiegato per realizzare strumenti musicali e utensili di piccole dimensioni; il rovere è particolarmente resistente e viene utilizzato per pavimentazioni e realizzazione di mobili da interni.
Il castagno invece è particolarmente adatto per la realizzazione di arredi rustici ed è perfetto per ambienti molto umidi poiché è in grado di resistere bene alle infiltrazioni d’umidità.

Per quanto riguarda i legni derivati?

C’è anche una vasta gamma di legni derivati tra cui scegliere ugualmente validi per portare a termine diversi progetti di fai da te. Il truciolare ad esempio è un pannello di trucioli di diversa entità legati da alcune resine; poi c’è il compensato che invece è molto semplice da tagliare e lavorare e viene in genere utilizzato per creare scaffali e librerie.

Dopo aver compreso quali siano i principali tipi di legno è essenziale comprendere come essi vengano impiegati e quali possano essere i vari utilizzi a cui essi sono destinati.
In base alla forma e alla composizione, ciascun legno si adatta ad un diverso tipo di costruzione.
Se quindi si deve costruire un pezzo d’arredo o un mobile destinato all’esterno dell’abitazione è fondamentale scegliere un legno che sia in grado di resistere agli agenti atmosferici come il pino, il rovere o il larice.
La scelta del tipo di legno per la costruzione di mobili per gli interni deve invece ricadere sul pioppo, sull’abete rosso o sul cipresso. La scelta dipende da quanto si vuole spendere, infatti se si vuole risparmiare si consiglia di prediligere il pioppo anche se non saranno assicurati dei lavori eccellenti e molto resistenti.

Have your say