Affrontare il problema eiaculazione precoce

come durare di più durante un rapporto

L’eiaculazione precoce è un problema che interessa un gran numero di uomini ed è un disagio legato a molteplici fattori, sia fisici che psicosomatici e legati alla realtà esterna.

Si tratta del presentarsi dell’eiaculazione conseguentemente ad una stimolazione minima oppure prima di avere un rapporto sessuale completo: gli uomini che soffrono di questo disturbo eiaculano poco dopo la penetrazione o addirittura in procinto del coito, causando insofferenza e insoddisfazione prima verso se stessi e dopo verso il partner con cui si relazionano.

È un problema sfaccettato che si manifesta in molteplici occasioni differenti: i giovani hanno spesso a che fare con l’eiaculazione precoce, sin dagli esordi della loro vita di coppia, forse per inesperienza, timidezza, difficoltà di gestione del corpo, poca consapevolezza o ansia da prestazione.

Quest’ultima si verifica soprattutto nel caso in cui l’uomo abbia iniziato una nuova relazione e non conosca a fondo il proprio amante.

Spesso con il tempo si instaura una sintonia tale che ci si sente maggiormente a proprio agio e sparisce il problema.

Un altro fattore da tenere in considerazione è l’assunzione di alcolici che possono ritardare l’amplesso: smettere di bere può causare l’insorgenza di casi di eiaculazione precoce poiché viene a mancare la stimolazione esterna su cui un tempo si faceva affidamento.

 

Cause sia fisiche che psicologiche

 

In un soggetto sano, l’eiaculazione precoce è causata nella maggior parte da fattori psicologici.

È altrettanto vero che esiste un motivo di natura prettamente fisica, come gli stati infiammatori, le uretriti, prostatiti, l’ipertiroidismo, alcuni tumori midollari, l’esaurimento nervoso, lo stress e la gravissima sclerosi multipla.

 

Come curare l’eiaculazione precoce nell’uomo

 

sesso come durare di più uomoUna volta che si sono escluse queste cause di tipo biologico, è fondamentale attuare una strategia volta a ritardare l’eiaculazione ed aumentare il senso di autocontrollo del maschio, attraverso due tipi di terapie, quella psicofarmacologica e quella comportamentale.

Quest’ultima trova le fondamenta in una serie di tecniche pratiche da fare in coppia, posizioni, esercizi di rilassamento e scambio emotivo con il partner.

Il paziente è invitato ad attuare un’analisi introspettiva in maniera da portare alla luce eventuali problematiche legate al passato, al suo personale rapporto verso la sessualità, al contesto socioculturale in cui è nato e cresciuto.

La terapia farmacologica, invece, si basa sui cosiddetti bloccanti alfa – adrenergici e sugli antidepressivi serotoninergici che non sono specificatamente benefici verso il disagio ma sfruttano l’effetto collaterale delle sostanze di cui sono composti, ossia di desensibilizzare l’area genitale e ritardare l’orgasmo.

Un altro modo per contrastare l’eiaculazione precoce è agire sull’alimentazione e assumere degli integratori di zinco, utili per combattere l’insorgenza di stress, affaticamento e depressione.

Allo stesso modo, è importante consumare dei pasti equilibrati e non troppo abbondanti soprattutto prima di un incontro amoroso.

Secondo alcune leggende metropolitane, un trucco per vincere l’eiaculatio precox è pensare ad argomenti lontani dalla sfera erotica, durante il coito, come la politica o un fatto triste.

Non c’è niente di più sbagliato perché si accumulano solamente ansie e non ci si abbandona al piacere.

Have your say