WPC: wood plastic composite,il meglio da tecnologia e natura

Wpc: tecnologia e natura

Materiali per esterni resistenti e belli da vedere

Negli ultimi trent’anni si é molto sviluppata la produzione di un certo tipo di materiali da costruzione, sfruttato soprattutto per la pavimentazione (il “decking”, di solito isolato dal terreno o realizzato in prossimità del mare) dell’esterno degli edifici ma anche utilizzabile negli interni, per scopi decorativi e funzionali allo stesso tempo.

“WPC” è un acronimo che indica i materiali compositi di legno e plastica (“Wood-Plastic Composites”) che si trovano ad esempio impiegati come camminamenti lungo le piscine private o nei porti turistici, come pavimentazione esterna rialzata intorno a costruzioni in zone a clima caldo, o come mezzo per creare panchine da giardino, cornici per finestre o porte, elementi per arredamento e molto altro.

Sviluppati soprattutto negli ultimi decenni, questi materiali compositi abbinano all’estetica gradevole del legno una maggiore resistenza, grazie all’uso di polimeri fra cui il più comune é il polietilene (PE). Con la componente legno si ottengono moltissimi colori, mentre il tipo di resina plastica e di lavorazione impiegata variano in base allo scopo a cui é destinata la produzione dei WPC.

La grande diffusione di questi materiali compositi si deve a più ragioni, che comprendono sia un’alta qualità funzionale – maggiore resistenza, leggerezza e flessibilità rispetto al solo legno o alla sola plastica, possibilità di riciclo parziale, bassa manutenzione – sia un’alta resa estetica.

wpc

WPC: componenti e produzione

I materiali compositi di legno e plastica si realizzano a partire da fibre (cellulosa o fibre di alberi per lo più decidui – il tipo più resistente) o polvere di legno (segatura di vario spessore) a cui si mescolano PVC, PE o PP (polipropilene), in parole povere dei polimeri (derivati plastici) con particolari qualità di resistenza all’attacco di vari agenti, flessibilità e leggerezza.

Durante il processo di produzione le fibre o le polveri di legno vengono mescolate con cura alle resine riscaldate e ad altri agenti, per rafforzare il risultato finale in vista dell’uso specifico. Uno dei grossi vantaggi dell’impiego dei WPC è che – a differenza del legno – si tratta di materiali modellabili a piacere in forme e dimensioni diverse (dalle doghe per pavimenti alle cover dei cellulari), con percentuali di legno e plastica a loro volta diverse in base al tipo di destinazione d’uso.

Per esempio, una maggiore quantità di legno diminuisce il rischio di “ammorbidimento” da calore della struttura, ma la rende anche meno flessibile e resistente e più pesante.

Per ovviare a questo problema sono stati creati elementi “a sandwich”, con una parte centrale fatta solo di un leggero polimero mentre le due facce esterne più sottili sono formate dall’elemento composito, per godere delle qualità di entrambi.

WPC: vantaggi e problemi

Se i materiali compositi in legno e plastica sono così diffusi lo si deve anche al fatto che sono più resistenti alla corrosione e all’attacco di muffe e insetti che normalmente aggrediscono il legno.

Inoltre, i WPC possono essere ricavati da materiali già utilizzati o recuperati, e il loro impiego in quanto strutture miste ha quindi un minore impatto sull’ambiente. Non hanno bisogno di molta manutenzione: non é ad esempio necessario dipingere questi materiali o sottoporli a moltissimi trattamenti speciali contro gli agenti atmosferici.

Nell’uso per decking, i vari pannelli sono di solito modellati in modo da essere fissati ad incastro, con minimo utilizzo di parti metalliche, una gradevole elasticità sotto i piedi e un’ancor minore possibilità di corrosione delle strutture. Ci potrebbero essere problemi di scoloritura nelle parti più esposte al sole, e alcuni elementi (specie se di fabbricazione un po’ datata) sono più sensibili di altri all’azione dell’acqua.

Tuttavia, i metodi di produzione moderni si sono efficacemente attivati per minimizzare il primo problema, mentre un produttore serio consiglierà solo il tipo di WPC dalle caratteristiche più adatte all’uso desiderato.

 

Have your say